24 Preludi e Fughe per pianoforte solo di Dmitrij Shostakovich

Forma e struttura

Ogni pezzo è in due parti-un preludio e fuga variabili in passo, lunghezza e complessità (per esempio, Fugue No. 13 in Fa diesis maggiore è in cinque voci, ma Fugue No. 9 in mi maggiore è solo in due voci).

I pezzi procedono in relativi maggiori / minori coppie di tutto il circolo delle quinte : prima C maggiore e minore (. preludio e nn fugue 1 e 2), poi a uno forte (Sol maggiore, Mi minore), due diesis (D importanti, B minore), e così via, che termina con D minore (1 piatto). ( Frédéric Chopin insieme s ‘di 24 Preludi op. 28 , è organizzato allo stesso modo, così come i gruppi precedenti di preludi di Joseph Christoph Kessler , Johann Nepomuk Hummel , e di Shostakovich precedenti 24 Preludi op. 34.)

Relazione di Bach The Well-Tempered Clavier

JS Bach s ‘ The Well-Tempered Clavier , una serie precedente di 48 preludi e fughe, è ampiamente ritenuto essere l’ispirazione diretta per il ciclo di Shostakovich, in gran parte basato sulla storia della composizione del lavoro (vedi sotto).

Riferimenti e citazioni dal ciclo di Bach appaiono in tutto il lavoro. [2] Ad esempio, Shostakovich inizia il suo C preludio maggiore, il primo pezzo del ciclo, con esattamente le stesse note che Bach utilizza nella propria preludio C maggiore, BWV 846, che inizia pure il Clavicembalo ben temperato. Allo stesso modo, secondo fughe dei compositori (la minore per Shostakovich, C minore per Bach) utilizzano ritmi di apertura molto simili ai loro sudditi fugue (due note 16 seguiti da 3 ottavi, due volte di fila). Oltre a più citazione diretta, Shostakovich anche in punti imita i vari tipi di preludi riscontrate nel ciclo Bach (e in altre composizioni barocche simili). Ad esempio, il suo Preludio minore è una figurazione prelude -prelude in cui la stessa posizione della mano è utilizzato in tutto il pezzo. Esempi di questa abbondano nella letteratura tastiera barocco compositori come Johann Caspar Ferdinand Fischer , da cui Bach trasse ispirazione per i suoi preludi figurazione (il C maggiori e il D minori, per esempio). [3]

Su una scala più ampia, l’intera struttura, ordinata e sequenziati in quanto è senza apparente narrazione extra-musicale, è in gran parte una risposta a Bach. E ‘importante notare, tuttavia, che nel ciclo di Bach i pezzi sono disposti a maggiori / minori parallele coppie ascendente della scala cromatica (Do maggiore, Do minore, C diesis maggiore, do diesis minore, ecc), che differisce da op di Shostakovich. 87.

Ci sono anche diversi riferimenti e idee musicali presi dal proprio lavoro di Shostakovich.

da wikipedia



 

“The Lady Macbeth of Mtsensk” : Shostakovich | controappuntoblog

naviga di link in link con Dmitrij Shostakovich su controappunto blog

Questa voce è stata pubblicata in musica e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.