Sono solo i superficiali…..

Sono solo i superficiali, a non giudicare dalle apparenze. ( Oscar Wilde)

amici, conoscenti e nemici per Oscar Wilde …

audiolibro il delitto di lord arthur savile oscar wilde …

“Il ventaglio di Lady Windermere” | controappuntoblog.org

la vera tragedia : cultura…. | controappuntoblog.org

ΓΛYKYΠIKPOΣ EPΩΣ (Bittersweet Love) by Oscar Wilde – Luciano …

DEL GRANDE METODO DI OSCAR WILDE – controappuntoblog.org

La ballata del carcere di Reading : Oscar Wilde | controappuntoblog

DE PROFUNDIS : Oscar Wilde | controappuntoblog.org

The Ballad of Reading Gaol Oscar Wilde Part 1 | controappuntoblog

Speranza: Ms. Jane Francesca Elgee, la madre di Oscar Wilde – l .

Il principe felice – FREDERIC CHOPIN – NOCTURNES complete

http://www.controappuntoblog.org/2012/12/20/il-principe-felice-frederic-chopin-nocturnes-complete/

 

Pubblicato in cultura, documenti politici | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Cina, crolla miniera di carbone: 16 morti e 11 feriti

Cina, crolla miniera di carbone: 16 morti e 11 feriti

Sedici persone sono morte nella notte tra venerdì e sabato in seguito al crollo di una miniera di carbone nella Cina nord occidentale.

16 morti, carbone, CINA, crollo, miniera, Sicilia, Mondo

CINA. Sedici persone sono morte nella notte tra venerdì e sabato in seguito al crollo di una miniera di carbone nella Cina nord occidentale: lo riporta la stampa internazionale. Altri 11 minatori sono rimasti feriti. Si tratta della miniera di Tiechanggou, che si trova vicino a Urumqi, capitale della regione Xinjiang. L’incidente è avvenuto ieri sera, mentre 33 operai si trovavano sottoterra. Undici minatori sono rimasti feriti e sei sono riusciti a fuggire. La causa dell’incidente è ancora oggetto di indagine.

La Cina rimane il più grande produttore di carbone al mondo ma, spesso, nelle miniere non vi è una applicazione delle norme di sicurezza e per questo i risultati sono letali.
Già nello scorso agosto, infatti, un’esplosione si è verificata in una miniera di carbone a Huainan, nella provincia di Anhui, nell’est della Cina, e 29 operai sono rimasti intrappolati.

http://gds.it/2014/10/25/cina-crolla-miniera-di-carbone-16-morti-e-11-feriti_251616/

Pubblicato in schiavitù e capitalismo | Contrassegnato | Lascia un commento

Vanessa Mae – Toccata Fugue e non solo


Pubblicato in musica | Contrassegnato | Lascia un commento

ZIBALDONE (pagg 2300-2999)

29. Dic. 1821.)

Ho detto altrove che gli antichi (e ciò per natura) consideravano il forestiero come naturalmente ed essenzialmente diverso dal paesano, e come ente d’altra natura. Quindi è ch’essi si difendevano da’ forestieri o gli assaltavano, come facevano colle bestie, cogli animali o colle cose d’altra specie, se non quanto ponevano maggior gloria nel vincer gli uomini, come vittoria più difficile. Ma la guerra nell’antica e primitiva idea non differiva o punto o quasi punto dalla caccia, (come non differisce presso i selvaggi). Quindi non quartiere, non pietà, non magnanimità (che allora non si credeva aver luogo col nemico), non perdono col vinto; quindi [2306]ostinazione, risolutezza di non cedere, (e come avrebbero voluto sottostare al governo di animali, di fiere ec.? come dunque a quello di uomini creduti d’altra specie?) disperazione di esser vinto, schiavitù, depredamenti, incendi, distruzioni degli alberghi e dei paesi, delle sostanze e delle persone dei vinti; quindi tutti gli altri effetti dell’antico odio nazionale, che altrove ho specificati, e che sono parimente moderni nei selvaggi, barbari ec.

 

29. Dic. 1821.)

Alla p.1283. principio. Io sospetto di aver trovato effettivamente questa radice hil nell’antichissimo latino. Osservate. Nihilum, è quasi ne hilum, dice il Forc. e seco gli etimologi. V. anche il Forcell. in Per hilum. E non v’è questione perocchè Lucrezio dice neque hilo ec. rompendo il composto, in vece di nihiloque, come solevano gli antichi latini, massime i poeti, (come Plauto disque trahere per et distrahere) e questi anche a’ buoni secoli: e così i greci. Nè solo Lucrezio ma altri che v. nel [2307]Forc. in Hilum. Della particella privativa ne (cambiata nella composizione in ni) vedi il Forcell. in ne, e in nego. Potrebbe anche essere un nec, come necopinans ec. significa non opinante ec. e il nec non è che particella privativa come l’Ž dei greci. V. anche lo Scapula in n¯, particella parimente privativa nell’antichissimo greco, del che v. pure Helladii Besantinoi Chrestomathia, colle note del Meursio.

(Nel qual proposito osservo di passaggio. La n è radicale e caratteristica della negativa in latino, e così pure per conseguenza in italiano. Quindi non, ne, nec, neque, (v. il Forcell.) nihil, nil, nemo, nullus cioè non ullus, come pure si dice, nego, nefas, nequam, nepus cioè non purus, nolo, nequeo, nequicquam, nedum, nequaquam ec. de’ quali v. il Forcell. ed osserva la forza e l’uso della particella ne in composizione. Non così nel linguaggio greco dei buoni secoli. Giacchè oé, oéx, oék, m¯, Ž ec. non hanno n. [2308]Eppure nell’antichissimo greco è chiaro per le sullodate testimonianze, e per l’uso di Omero ec. che la n avea forza di negazione, privazione, ec. Ecco un’altra prova e della fraternità antichissima delle dette due lingue, e dell’esser forse qualche cosa passata piuttosto dal latino nel greco, che viceversa; o certo dell’avere la lingua latina conservate assai più della greca le sue antichissime ed originarie proprietà. E notate che trattandosi della caratteristica negativa, si tratta di cosa primitiva affatto, e di primissima necessità in qualunque lingua.)

Nihilum pertanto è ne hilum, come nemo, ne homo, e v. il luogo di Varrone nel Forcell. in Nequam.

Che cosa significasse questo hilum, antichissima voce latina, non sanno affermarlo i gramatici. Putant esse, dice Festo, quod [2309]grano fabae adhaeret. Dunque egli non sa propriamente che significhi, nè si sapeva al suo tempo. Ed è cosa ben naturale quando tante parole di Dante e d’altri trecentisti o duecentisti (meno lontani da noi, che le origini della lingua latina da Festo) sono o di oscurissima e incertissima, o di perduta significazione.

Io credo che esso non significhi altro che materia, o cosa esistente (che per li primitivi uomini non poteva essere immaginata se non dentro la materia, ed estendi questo pensiero.). E penso che sia nè più nè meno l’ìlh dei greci, ossia quell’antichissimo hilh o hulh che abbiamo detto.

Vogliono che nihil, sia troncamento di nihilum. Al contrario a me pare che nihilum sia parola così ridotta da nihil, perchè divenisse capace di declinazione. Che troncamento barbaro sarebbe stato questo, e quanto contrario al costume latino, se da nihilum primitivo, avessero fatto nihil! e non piuttosto viceversa, [2310]che è naturalissimo. Addolcendosi la favella (massime quelle del gusto meridionale, del gusto della latina) non si troncano, anzi si aggiungono appunto allora le terminazioni, e si proccura inoltre di render declinabili, cioè modificabili secondo le diverse occorrenze del discorso, le voci che già esistono; e non per lo contrario. Indubitatamente per tanto non nihil da nihilum, ma questo viene da quello. Si dice parimente nil contrazione di nihil, (fatto più volte monosillabo da Lucrezio) ma nilum per nil si trova in Lucrezio appena una volta, e chi sa s’è vero, e che non sia errore in vece di nihilum dissillabo. In ogni modo è costante presso il più sciocco etimologo che le terminazioni non vanno calcolate, ed è chiaro che le sole radicali di nihilum, i, o, ec. sono nihil; di hilum, hil. E di questo secondo, la cosa è tanto più manifesta, quanto che abbiamo appunto da esso, nihil, e nil, senza la terminazione declinabile.

Eccoci dunque con questo hil nudo e manifesto nelle mani, e se attenderete alle [2311]cose dette di sopra, e se avrete niente di spirito filosofico, vedrete quanto sia naturale e probabile che siccome ne homo cioè nemo, vuol dire nessuna persona, così ne hil cioè nihil volesse dire primitivamente nessuna materia, cioè nessuna cosa (v. p.2309. mezzo, e i miei vari pensieri sulla necessaria e somma materialità di tutte le primitive lingue, e di tutte le primitive idee umane, anzi non pur delle primitive, ma di tutte le idee madri ed elementari); ovvero non materia, non cosa, cioè, insomma, e formalmente ed espressamente, nulla. (Così i greci oéd¢n neque unum ec. non quidquam mhd¢n, oëti, m®ti ec.)

Non vi par ella naturalissima questa etimologia? Non vi par dunque probabilissimo che l’antico e quasi ignoto hilum volesse dir materia, e fosse tutt’una radice con ìlh e silva adoprata pur essa in senso di materia? Non è chiaro che l’um in hilum non è radicale, ma declinabile ec. e per conseguenza la radice è solamente hil, massime che da hilum abbiamo nihil e nil, parole inverisimili, [2312]e strane e mostruose se fossero un’apocope ec.? Non abbiamo dunque probabilmente trovato in realtà nell’antichissimo latino la semplicissima radice di silva? di ìlh, ec.?

Osservate che in questo caso si renderebbe verisimile che il primitivo e proprio senso di ìlh silva ec. fra quelli ch’essi realmente hanno, fosse quello di materia.

Non so se possa fare al caso l’osservare che noi diciamo filo per nulla, il che potrebbe derivare non da filum da hilum, mutato l’h in f, come viceversa gli spagnuoli, onde appunto per filum dicono hilo. E ricordati di quanto ho detto circa l’antica proprietà della f, cioè di essere aspirazione. Del resto v. la Crusca, il Glossar. i Diz. franc. e spagn. ec. e il Forc. in filum, se avesse nulla.

Zibaldone di pensieri : da 905 a 926 – da 946 a 950 by …

Giacomo Leopardi :Zibaldone, pagine 101-252 …

Leopardi: il Copernico e Materialismo e religione cristiana …

LO ZIBALDONE 1422 | controappuntoblog.org

e la presente e viva, e il suon di lei ; «…per le forze eterne …

Pubblicato in Giacomo Leopardi | Contrassegnato | Lascia un commento

Terni 17 ottobre 2014 sciopero AST


Terni 17 ottobre 2014 sciopero AST from laboratorio Blob.lgc on Vimeo.

Oreste Scalzone all’Ast di Terni 11 Ottobre 2014 …

Terni : ThyssenKrupp 500 licenziati ; CIAO CIAO ALLA PRODUZIONE DI ACCIAIO …Lucchini

Video Lettera, più o meno immaginaria : Oreste Scalzone

Oreste Scalzone a Pomigliano con gli operai Fiat …

Oreste Scalzone, «La catastrofe dell’ideologia lavorista …

16/12/2010 .Dopo “I fatti di Roma” Oreste Scalzone Part 2/12 …

L’internazionale di Fortini e malafemmina | controappuntoblog.org

Pubblicato in a b c lotta di classe, compagnitudine | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Iran hangs Reyhaneh Jabbari despite campaign – storia della pena capitale – Victor Hugo

L’Iran ha giustiziato Reyhaneh Jabbari

redazione 25 ottobre 2014

L’Iran ha giustiziato Reyhaneh Jabbari, la ragazza condannata a morte per aver ammazzato l’uomo che voleva stuprarla. Lo ha annunciato la madre della donna, secondo quanto riporta la Bbc online. Nonostante i vari e numerosi appelli internazionali rivolti alle autorità, Jabbari, 26enne, è stata impiccata in una prigione di Teheran dove era segregata.

http://www.socialchannel.it/liran-giustiziato-reyhaneh-jabbari/67211/

25 October 2014 Last updated at 10:49 GMT

Iran hangs Reyhaneh Jabbari despite campaign

A picture taken on December 15, 2008 at a court in Tehran shows Iranian Reyhaneh Jabbari speaking to defend herself during the first hearing of her trial for the murder of a former intelligence official. Jabbari was put in solitary confinement for two months after her arrest and went on trial in 2008

Iran has gone ahead with an execution of a woman despite an international campaign urging a reprieve.

Reyhaneh Jabbari, 26, was hanged in a Tehran prison on Saturday morning. She had been convicted of killing a man she said was trying to sexually abuse her.

Jabbari was arrested in 2007 for the murder of Morteza Abdolali Sarbandi, a former intelligence ministry worker.

Human rights group Amnesty International said her execution was “deeply disappointing in the extreme”.

A campaign calling for a halt to the execution was launched on Facebook and Twitter last month and appeared to have brought a temporary stay in execution.

However, government news agency Tasnim said on Saturday that Jabbari had been executed after her relatives failed to gain consent from the victim’s family for a reprieve.

It said her claims of self-defence had not been proved in court.

A Facebook page set up to campaign for a stay now says simply: “Rest in peace”.

Save Reihaneh Facebook page

‘True intentions’Jabbari’s mother, Shole Pakravan, confirmed the execution in an interview with BBC Persian, saying she was going to the cemetery to see her daughter’s body.

Ms Pakravan had been allowed to see her daughter for an hour on Friday.

After her arrest, Jabbari had been placed in solitary confinement for two months, where she reportedly did not have access to a lawyer or her family.

She was sentenced to death by a criminal court in Tehran in 2009.

Amnesty International said she was convicted after a deeply flawed investigation.

Hassiba Hadj Sahraoui, Amnesty’s Deputy Director for the Middle East and North Africa Programme said: “This is another bloody stain on Iran’s human rights record.”

“Tragically, this case is far from uncommon. Once again Iran has insisted on applying the death penalty despite serious concerns over the fairness of the trial.”

Amnesty said that although Jabbari admitted to stabbing Abdolali Sarbandi once in the back, she alleged that there was someone else in the house who actually killed him.

Jalal Sarbandi, the victim’s eldest son, said Jabbari had refused to identify the man.

He told Iranian media in April: “Only when her true intentions are exposed and she tells the truth about her accomplice and what really went down will we be prepared to grant mercy,”

http://www.bbc.com/news/world-middle-east-29769468

La morte come sanzione:. storia della pena capitale di …

L’ULTIMO GIORNO DI UN CONDANNATO Victor Hugo …

Pubblicato in Senza categoria | Contrassegnato | Lascia un commento