Stefano Landi – “La Passacaglia della Vita” – L’Arpeggiata, Marco Beasley


Pubblicato in canto per tutti, musica | Contrassegnato , | Lascia un commento

Vincent e Theo – Filme Completo (VAN GOGH) Legendado Robert Altman


Vincent Van Gogh, lettere a Theo – Campo di grano con volo di corvi

Pubblicato in cultura | Contrassegnato | Lascia un commento

Vincent Van Gogh, lettere a Theo – Campo di grano con volo di corvi

“Cosa sono io agli occhi della gran parte della gente ?  Una nullità, un uomo eccentrico e sgradevole, qualcuno che non ha posizione sociale né ne avrà mai una.  In breve, l’ infimo degli infimi.  Ebbene, anche se ciò fosse vero, vorrei sempre che le mie opere mostrassero quello che c’è nel cuore di questo eccentrico, di questo nessuno”.Vincent lettera a  a Theo

Le lettere di Vincent van Gogh: edizione digitale online …


 

Vincent Van Gogh, Starry Starry Nigh | controappuntoblog.org

 

Notte stellata” (1889) Vincent Van Gogh

 

Pubblicato in amore, cultura | Lascia un commento

E’ PASQUA : Gloria per euro…..


Pubblicato in musica, ordinario crisi | Contrassegnato , | Lascia un commento

More than ten thousand workers stage strike at massive Dongguan shoe factory :Nike, Crocs, Adidas, Reebok, Asics, New Balance, Puma e Timberland piangono

More than ten thousand workers stage strike at massive Dongguan shoe factory

At least 10,000 workers at shoe-making factories owned by Yue Yuen Industrial in Dongguan took to the streets Monday 14 April 2014, protesting the company’s failure to pay its 70,000 employees their full social security and housing fund contributions.

Workers swamped the basketball courts inside the dormitory area holding banners that read: “Pay back the social security and public housing fund! Shame on Yue Yuen’s illegal activities!”

As the peaceful demonstration wound down around 5.30 pm., hundreds of riot police armed with batons reportedly rushed the crowd and grabbed about ten of those who had held banners and threw them into a police van parked nearby.Two of the arrested were women. Four workers were beaten and hospitalized.

The company, which had vowed to provide a solution to the dispute which first broke out on 5 April when hundreds of workers blocked a local bridge, announced on Monday that it would only agree to sign new contracts with all its employees as of 1 May and refused to pay the social security contributions and public housing fund payments in arrears.

“The company hasn’t paid us since 2006, today’s announcement shows that they knew all along and don’t want to pay a penny!” said a mid-level manager named Xue. “Some of my colleagues estimate that Yue Yuen owes the workers as much as one billion yuan over the years.”

“Someone set up a QQ group before the 5 April event and thousands joined,” said Xue. “But they were quickly ‘shut-up’ and the initial group was scrapped. Now we have four new online groups, and the number of those want to join is growing.”

According to former long-time employee, Mr Zhu, the workers are preparing to stage a full-scale strike Tuesday morning. He said: “Yue Yuen has been shifting production from Dongguan to those inland provinces as well as Vietnam and Indonesia for several years, but those workers who devoted their best years to the factories are not going to go quietly.”

15 aprile 2014

Cina, sciopero in fabbrica di scarpe

Migliaia di lavoratori chiedono migliori condizioni di lavoro. Preoccupati per la paralisi della produzione grandi marchi come Nike, Crocs, Adidas, Reebok, Asics, New Balance, Puma e Timberland

– Migliaia di lavoratori di una delle più grande fabbriche di scarpe della Cina sono da lunedì in sciopero a Dongguan, nel sud del paese, contro le condizioni di lavoro precarie. I lavoratori della Yue Yuen (gruppo che produce scarpe per Nike, Crocs, Adidas, Reebok, Asics, New Balance, Puma, Timberland) erano già scesi in piazza e ora, dopo che sono stati bloccati i negoziati con i vertici dell’azienda, hanno ripreso con più vigore le proteste.

Cina, sciopero in fabbrica di scarpe

Allarmate le grandi aziende clienti, che temono di non poter sopperire alle richieste dei compratori finali. Una delle richieste disattese, oltre alle condizioni di lavoro migliori, è il pagamento delle assicurazioni e previdenza sociale, oltre che degli aiuti sull’immobiliare.

I lavoratori, infatti, sono per la maggior parte immigrati da altre province e in base alla legge cinese non possono portare nell’altra provincia la loro assicurazione sociale statale co-pagata dai lavoratori e dall’azienda, a meno che non sia pagata una supplementare.

Ma l’azienda non ne vuole sapere di aiutare i lavoratori su questo punto e da qui le proteste delle migliaia di dipendenti, circa 60mila, di questi giorni, che vanno a sommarsi a quelle di tanti altri operai sparsi nel paese per questioni legate alle condizioni di lavoro e ai contratti.

http://www.clb.org.hk/en/content/more-ten-thousand-workers-stage-strike-massive-dongguan-shoe-factory

 

http://www.tgcom24.mediaset.it/economia/2014/notizia/cina-sciopero-in-fabbrica-di-scarpe_2039341.shtml

 

Pubblicato in a b c lotta di classe, speciale crisi | Contrassegnato , | Lascia un commento

In diverse regioni d’Ucraina segnalato il passaggio di mezzi e automezzi militari – Ukraine Launches Military ‘Anti-Terror’ Operation in Eastern Donetsk

In diverse regioni d’Ucraina segnalato il passaggio di mezzi e automezzi militari

In diverse regioni d'Ucraina segnalato il passaggio di mezzi e automezzi militari

In molte regioni dell’Ucraina orientale nella notte di martedì è stata notata la circolazione di mezzi e attrezzature militari.

In particolare carri armati e cannoni semoventi sono stati osservati nella periferia della città di Sloviansk e diversi veicoli blindati sono stati visti alla periferia di Kramatorsk.
Informazioni sul trasferimento di truppe ad est era apparso nei giorni precedenti e in una delle colonne militari esperti hanno visto la sagoma del “Grad” (lanciarazzi d’artiglieria di fabbricazione sovietica).
Nel frattempo, il facente funzione di ministro della Difesa Mykhail Koval ha detto che durante la notte le forze armate si sono preparate completamente a condurre operazioni speciali nella parte orientale del Paese.
Per saperne di più: http://italian.ruvr.ru/news/2014_04_15/In-diverse-regioni-dUcraina-segnalato-il-passaggio-di-mezzi-e-automezzi-militari-2381/

Slavyansk circondata da uomini armati

La città insorta di Slavyansk è circondata da uomini armati non identificati.

“Non escludiamo che possa cominciare da un momento all’altro l’assalto. Siamo pronti per questo e abbiamo anche rafforzarzato la nostra posizione. Mentre la situazione in città è calma” ha detto il rappresentante delle forze di difesa della città. Oggi, durante la seduta della Verkhovna Rada, il capo provvisorio dello stesso Parlamento, Oleksandr Turchynov, ha annunciato l’inizio dell’operazione militare nel nord della regione di Donetsk. In precedenza, ha offerto ai manifestanti di cedere volontariamente le armi e di rilasciare l’edificio. Ma questo non è accaduto.
Per saperne di più: http://italian.ruvr.ru/news/2014_04_15/Slavyansk-circondata-da-uomini-armati-5901/

Ukraine Launches Military ‘Anti-Terror’ Operation in Eastern Donetsk

Ukraine’s acting president Oleksandr Turchynov has announced the launch of a military operation in the eastern Donetsk region to crack down on pro-Russian protesters who have seized government buildings.

The goal of the “anti-terrorist operation” is to protect Ukraine’s citizens and stop criminal activity and attempts to tear the country apart, said Turchynov.

“An anti-terrorist operation began in the north of Donetsk Oblast. It will be conducted step-by-step, responsibly, deliberately. The goal of these actions, I want to underline, is to defend the citizens of Ukraine,” Turchynov told the Ukrainian parliament.

“I call on those who want to show their heroism – join the National Guard or the Ukrainian army or police units. But smashing the windows of the Verkhovna Rada is not a heroism at all.”

The reference is to a group of pro-Russian activists who gathered near the parliament in Kiev demanding the resignation of interior minister Arsen Avakov.

“People are asking for help now, and we need to do everything to defend them.” Turchynov continued.

Clashes with pro-Russian gunmen have left at least one Ukrainian officer dead.

The development came after US president Barack Obama told Vladimir Putin that Moscow would face another round of sanctions for its actions in Ukraine.

Ukraine Stages Military Drill in DonetskIBTimes UK

Speaking by phone, Obama also warned his counterpart that he should use his leverage among pro-Russian protesters in Ukraine to tell them to stand down.

“The president emphasised that all irregular forces in the country need to lay down their arms, and he urged president Putin to use his influence with these armed, pro-Russian groups to convince them to depart the buildings they have seized,” the White House said in a statement.

“The president noted Russia’s growing political and economic isolation as a result of its actions in Ukraine and made clear that the costs Russia already has incurred will increase if those actions persist,” the White House said.

“[He] said that while he continues to believe that a diplomatic solution is still possible, it cannot succeed in an environment of Russian military intimidation on Ukraine’s borders, armed provocation within Ukraine, and escalatory rhetoric by Kremlin officials.”

http://www.ibtimes.co.uk/ukraine-launches-military-operation-eastern-donetsk-1444862

Ucraina. Operazione antiterroristica nella regione Donetsk

Un’ “operazione anti-terrorismo è stata lanciata di primo mattino nei settori settentrionali” della regione russofona del Donetsk: lo ha reso noto il presidente ucraino ad interim, Oleksandr Turchynov

Ucraina. Operazione antiterroristica regione Donetsk-Redazione- Il presidente ucraino ad interim Oleksandr Turchynov ha ufficializzato stamani l’avvio di un’azione di forza contro i militanti filo-russi nell’Est del Paese.

Parlando in una sessione della Rada, il parlamento di Kiev, Turchynov ha detto che un’operazione anti-terrorismo “è stata lanciata questa mattina presto nella regione di Donetsk“, nell’est del Paese che ha visto negli ultimi giorni un’offensiva dei filo-russi. Il presidente ha assicurato che sarà condotta “gradualmente, in maniera equilibrata e responsabile”.

A suo dire, “l’obiettivo di questa operazione è quello di proteggere i cittadini dell’Ucraina, fermare il terrorismo, fermare la criminalità e i tentativi di fare a pezzi il paese.

Il presidente ucraino ha, poi, accusato Mosca di avere “progetti brutali” per destabilizzare il sud-est dell’Ucraina al di là del bacino minerario del Donbass, dove sono scoppiate le rivolte filorusse: “I progetti della Russia sono stati e restano brutali. Vogliono prendersi non solo il Donbass, ma tutto l’est e il sud dell’Ucraina dalla regione di Kharkiv a quella di Odessa”, ha aggiunto.

Un rappresentante delle cosiddette forze di autodifesa locali ha riferito a Interfax che ci sono stati scontri armati alla periferia di Sloviansk, dove sono stati sentiti spari ed esplosioni. Mezzi con truppe corazzate sono stati visti muoversi verso la città. Nessuna conferma da altre fonti indipendenti.

-15 aprile 2014-

http://www.articolotre.com/2014/04/ucraina-operazione-antiterroristica-nella-regione-donetsk/


 

Se siete stufi di sentir parlare dell’Ucraina, provate a vivere a Donbas

Moldova, Transnistria Anti-Communist Protests : effetto domino serie di link….da New York Times a vari, perché all’Europa serve essere amica della Russia, La crisi Russia-NATO ed il negoziato sul nucleare

War Games — Ukraine as the Focus of Imperialist Conflict

Crimea asks to join Russia after Soviet-style vote ; Ucraina: “Farsa”. E blinda i gasdotti

Un reportage BBC sui nazisti ucraini ; La crisi tra Russa e Ucraina affonda le borse , tonfo di Mosca

Ucraina: i militari di Kiev passano con le autorità filorusse ,Yarosh ( destra), milizie contro intervento Mosca ; una voce disperata dalla sicilia

Ucraina, in Crimea “6mila russi e 30 blindati”. Monito di Obama ; perchè Crimea ?Ma questo è solo uno scenario di un piccolo sito ….o forse no?

Grandi giochi nel Caucaso – Storia del nazionalismo in Ucraina d

Guerra polacco-ucraina

Putin orders ‘combat readiness’ tests for western, central Russian troops

Ucraina : “Gli eroi non muoiono mai”; o crepano per la Russia o crepano per l”Europa democratica

La posta in gioco in Ucraina ; citazioni di Lenin sulla guerra

Pubblicato in EFFETTI COLLATERALI, sono cazi acidi sono | Contrassegnato , | Lascia un commento