Guerra del Pacifico (seconda guerra mondiale)

Guerra del Pacifico (seconda guerra mondiale)

Da Wikipedia, l’enciclopedia libera.

 

La guerra del Pacifico, in giapponese “guerra del Pacifico” (太平洋戦争 Taiheiyō Sensō?), o anche “Grande Guerra dell’Asia Orientale” (大東亜戦争 Dai Tō-A Sensō?), è stato un conflitto svoltosi nella metà occidentale dell’oceano Pacifico, nel sud-est asiatico e nella Cina occupata dall’esercito imperiale giapponese. Venne combattuta tra l’Impero giapponese facente parte dell’Asse e lo schieramento alleato comprendente Stati Uniti d’America, Regno Unito, Cina, Australia, Olanda e Nuova Zelanda; l’Unione Sovietica rimase neutrale fino all’agosto 1945 quando intervenne in Manciuria per accapararsi territori un tempo russi.

Cronologicamente inclusa nella seconda guerra mondiale poiché ne comprende alcune tra le più importanti battaglie e campagne, ha le sue radici nel processo di militarizzazione capillare del Giappone e nello sviluppo di un’ideologia panasiatica dannosa per le potenze coloniali dell’area. Lo scoppio nel 1937 della seconda guerra sino-giapponese, l’aggressività nipponica nel sud-est asiatico e i provvedimenti economici presi dagli USA per frenarla spinsero i capi delle forze armate imperiali a lanciare un attacco a sorpresa a Pearl Harbor il 7 dicembre 1941 per annientare la US Navy; l’operazione fu seguita dalla fulminea espansione nel Pacifico e nelle isole del sud-est asiatico con l’appoggio di Thailandia e vari movimenti indigeni nazionalisti. L’enorme ma effimero dominio giapponese in Asia prese il nome di “Sfera di coprosperità asiatica“.

La potenza militare nipponica subì un duro e improvviso arresto alle Midway nel giugno 1942: da allora iniziò un susseguirsi di disfatte aeronavali e di sconfitte su atolli ed isole, mentre si intensificavano i bombardamenti aerei statunitensi sul suolo metropolitano giapponese, iniziati nel giugno 1944 e culminati con il lancio della bomba atomica su Hiroshima il 6 agosto 1945 e di un’altra su Nagasaki il 9 agosto. Con il paese in ginocchio, l’Imperatore Hirohito impose la sua decisione di cessare le ostilità al bellicoso clan militarista: la mattina del 15 agosto il Giappone si arrese senza condizioni agli Alleati, firmando la capitolazione il 2 settembre sulla corazzata USS Missouri, ancorata nella rada di Tokyo.

Tra le conseguenze della resa il Giappone dovette rinunciare a tutte le conquiste effettuate dal 1894, e i territori che aveva assoggettato divennero paesi sovrani prima degli anni ’50. La fine della guerra del Pacifico aprì inoltre l’Asia e gli arcipelaghi oceanici al cammino verso la decolonizzazione e l’indipendenza, scontrandosi con l’intransigenza delle potenze europee che avrebbero voluto reimpossessarsi dei loro imperi prebellici.

Spirito più elevato (一番美しく Kurosawa – ; Guerra del Pacifico post …

20 novembre 1943 – Seconda guerra mondiale: inizia la …

Japanese Victory Dance in Nanjing – Watch City of Life and Death …

The Long March of Mao Zedong 1934-1935 – | controappuntoblog.org

Massacro di Nanchino | controappuntoblog.org

Unità 731 : armi biologiche dell’esercito imperiale …

In memoria dell’eccidio atomico di Hiroshima e Nagasaki ; Guerra del …

Questa voce è stata pubblicata in memoria e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.