Rachmaninov nella musica sacra by liberosfogo.blogspot

Rachmaninov nella musica sacra

Sergei Rachmaninov fu un grandissimo pianista e compositore russo. Nasce nel 1873 e muore nel 1943. Dopo una lunga ed estenuante turnèe in America, Rachmaninov torna in Europa, ovvero a Mosca, dove viene incaricato di dirigere l’orchestra della Società Filarmonica. Tuttvia non abbandona mai la composizione, anzi è questo il momento più prolifico, considerando che poi tornerà in America (come Stravinsky) per via della rivoluzione bolscevica del 1917 e fermerà la sua attività da compositore. Lui stesso nel 1934 dirà:

“Lasciando la Russia, ho lasciato dietro di me lo stimolo a comporre. Partendo dal mio paese ho perduto me stesso. In questo esilio, lontano dalle mie radici e dalle mie tradizioni, io non trovo più lo stimolo ad esprimermi”.
Rachmaninov viene sempre ricordato per le sue composizioni pianistiche. Non dimentichiamo i suoi 4 concerti (più la Rapsodia su un tema di Paganini), i preludi per pianoforte e la “monumentale” sonata. Eppure in quel suo periodo Russo a Mosca da vita a due sue grandi opere, molto sottovalutate. Parlo della Liturgia di San Giovanni Crisostomo e dei Vespri.
Partiamo dalla prima:
San Giovanni è una figura importante nella storia del Cristianesimo. Nasce attorno al 345, viene chiamato Crisostomo (ovvero dalla bocca d’oro) in quanto grande oratore, al pari di Demostene e Cicerone. Inoltre, e ciò è più importante, viene considerato il primo che diede una forma alla Messa (Liturgia, in questo caso) delle chiese ortodosse dell’Oriente cattolico. La stessa figura aveva già ispirato Tchaikovsky nell’omonima Liturgia (del 1878) ed anche Rachmaninov nel 1910 ne scrive una, nonostante non fosse né praticante né tantomeno credente. Questo perché la religiosità cristiana ortodossa influenzava, almeno sul piano culturale, anche i non credenti. Ciò spiega anche come un “laico” come Rachmaninov sia riuscito a rendere così intima e preziosa una composizione del genere.
Più nel dettaglio, si tratta di una composizione “a cappella” ovvero senza alcun accompagnamento musicale (tradizione che risale ai tempi del canto gregoriano). La Prima Antifonia, brano con cui si apre la Liturgia, comincia con “Anima mia, benidici (Blagoslovì) il Signore (Gòspoda)”. Il coro è meraviglioso, brillante, fresco, ricco e i bassi arricchiscono le armonie in maniera sublime (vedi esempio musicale in fondo).
Gli altri brani sono la seconda e la terza Antifonia, la piccola entrata, il Trisagion, la grande entrata, le Litanie di supplica, il Credo, la preghiera eucaristica, il Benedicemus, l’inno alla Vergine, il Padre Nostro, l’Acclamazione dello Spirito Santo, l’Inno della comunione, Comunione dei fedeli, il Ringraziamento e Congedo.
È carino leggere ciò che Rachmaninov, in una lettera al suo amico Morozov, scrive della suddetta Liturgia:

“Ho appena finito una Liturgia (sicurmanete con tuo grande sbalordimento). È da molto tempo che ci pensavo…Mi sono messo a comporla quasi per caso, poi ne sono stato completamente affascinato. Allora l’ho terminata rapidamente. Era da tempo che non scrivevo qualcosa con simile piacere”.

Lo sbalordimento provato da Morozov è dovuto proprio dal fatto che Rachmaninov non era credente, bensì fu molto preso dalla composizione di questa Liturgia.
Ed accanto a questa si colloca un’altra composizione religiosa. Parlo dei Vespri op. 37 composti nel 1914. Vesperum significa, in latino, sera. Nella liturgia cristiana questa parola è usata per indicare quella parte del breviario che viene recitata o cantata proprio di sera. Rachmaninov (come molto prima Monteverdi, Vivaldi e Mozart) ne rimase affascinato. Il testo è in lingua russa, ma in genere è affiancato (in ogni CD) anche il libretto in italiano.
L’inno di apertura, il venite, adoriamo, è un canto natalizio (non il famoso Adeste Fideles, è un altro XD). Molto significativi sono i Sei salmi, che è un breve pezzo corale che introduce, appunto, alla lettura di 6 salmi (come previsto nella Liturgia del vespro). Questo brano richiama il canto gregoriano ed è divisa in 3 parti, di complessità armonica crescente. Da notare anche la bellezza del brano A te, condottiera vittoriosa, canto per la Madonna, e anche “Contemplata la Resurrezione di Cristo

http://pianistpedro-liberosfogo.blogspot.it/2010/07/rachmaninov-nella-musica-sacra.html



Aleko Rachmaninov opera e Opera film – The Gypsies – Pushkin’s …

Gli Zingari di Puškin in in romanes | controappuntoblog.org

Rachmaninoff Prelude Op 32 N 10 in B minor

Sergej RACHMANINOV Nié poï krasavista pri mnié ,Testo

Lezioni Solfeggio – Vladimir Horowitz 1951 Rachmaninoff …

Rachmaninoff – The Rock , Fantasia For Large Symphony ..

Sergei Rachmaninoff – Prince Rostislav (Symphonic poem .

Rach 3 | controappuntoblog.org

Rachmaninov – Morceaux de Salon | controappuntoblog.or

Andrei Gavrilov plays Rachmaninoff Piano Concerto 3 …

H. Grimaud 2/3 Rachmaninov piano concerto No.2 in C …

Rachmaninoff – Piano Concerto No. 2, Op. 18 I. Moderato …

Piano Concerto No.2, Op.18 (Rachmaninoff, Sergei … – imslp

buon compleanno Rachmaninov ! | controappuntoblog.org

Sergej RACHMANINOV Nié poï krasavista pri mnié ,Testo …

Rachmaninov Vocalise : Anna Moffo – Natalie Dessay …

Rachmaninov and Marfan’s syndrome,il tartaro veloce

Rachmaninov, The Rock (Op. 7) (Svetlanov) – transcr by Rachmaninoff- Pleshakov & Winther

Sergei Rachmaninoff – Prince Rostislav (Symphonic poem .

Rachmaninoff: Piano Concerto No.3 Op.30, Horowitz ed altri: prima esecuzione 28 novembre 1909

Sinfonia n. 3 in la minore, op. 44 Sergej Rachmaninov

Alessio Bax, Italian Virtuoso : Rachmaninoff – Bach – Brahms …

12 Romances, Op.21 (Rachmaninoff, Sergei) | controappuntoblog.or

Kapell: Rachmaninov Piano Concerto No. 2 | controappuntoblog.org

da: Spoon River – Rachmaninov – Song op. 21, n° 7 …

Richter plays Rachmaninoff | controappuntoblog.org

Le campane (Kolokola) : Sergej Rachmaninov | controappunto

L’isola della morte (Isle of the Dead) op. 29 Sergej Rachmaninoff

Rachmaninov Etude Tableau Op 39 | controappuntoblog.org

ma o calabrone vola pure se non può volare? – Il volo del calabrone

Vladimir Ashkenazy: Rachmaninov – Piano Concerto No. 2 .

Rachmaninov – Morceaux de Salon | controappuntoblog.or

le petit colibri ….musica, satirical notes | controappuntoblog

Rachmaninov and Marfan’s syndrome,il tartaro veloce : attenti all’eugenetica!

http://www.controappuntoblog.org/2014/11/20/rachmaninov-and-marfans-syndromeil-tartaro-veloce-attenti-alleugenetica/

Rachmaninov, The Rock (Op. 7) (Svetlanov) – transcr by Rachmaninoff- Pleshakov & Winther

Rachmaninov – Trio élégiaque, for piano & strings in G minor

http://www.controappuntoblog.org/2013/02/02/rachmaninov-trio-elegiaque-for-piano-strings-in-g-minor/

Rachmaninoff: Piano Concerto No.3 Op.30, Horowitz ed altri: prima …

Vocalise – Hommage to Rachmaninoff : Mo Zhao …

Richter plays Rachmaninoff | controappuntoblog.org

Rachmaninoff – The Rock , Fantasia For Large Symphony …

Questa voce è stata pubblicata in musica e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.